Riqualificazione energetica di un edificio per edilizia residenziale pubblica

1/7

Il progetto dell’A.T.E.R. di Lanciano con la consulenza dell’ Arch. Ing. Stefano de Vito si poneva l’obiettivo di contenere i consumi energetici per riscaldamento domestico e di conseguenza, ridurre le emissioni inquinanti dei gas serra, negli edifici di E.R.P. di Vasto. In particolare, è stata oggetto d’intervento l’unità ricompresa nel blocco dei così detti “40 alloggi”.

L'operazione, nell’ambito del programma “Carbon Tax”, prevedeva un intervento organico finalizzato al conseguimento dei risultati preventivati nelle analisi preliminari, effettuate dal DiTAC della Facoltà di Architettura di Pescara.

Dall’analisi è emerso che il fabbricato era soggetto a notevoli dispersioni. Dalle termografie risultavano evidenti i ponti termici sulle facciate Est e Ovest, a differenza della parete a Nord che era già stata isolata con un rivestimento a cappotto esterno dallo spessore di 4 cm.

I punti di maggior dispersione coincidevano soprattutto con il telaio strutturale, in prossimità delle travi, dei pilastri ed anche in corrispondenza delle bucature.

Il tamponamento con doppia cassetta con intercapedine d’aria, presentava analoghe caratteristiche dispersive.

Gli interventi di riqualificazione energetica, necessari per migliorare l’isolamento termico dell’edificio, sono scaturiti dalla preventiva analisi delle trasmittanze delle superfici esterne. Al fine di ottenere un valore di trasmittanza inferiore a quello previsto dall’allegato “C” del D.Lgs. 192/2005 - modificato dal D.Lgs. 311/2006 - sono stati previsti i seguenti lavori:

  • sostituzione degli infissi degli alloggi con serramenti monoblocco in alluminio e vetri termoisolanti a bassa emissività (4-12-4 = 0,4);

  • sostituzione degli infissi del corpo scala e delle parti comuni dell’edificio con serramenti in alluminio e cristallo da mm 4;

  • sostituzione dei corpi scaldanti degli alloggi (ventilconvettori) a bassissimo rendimento con elementi radianti ad alta efficienza;

  • realizzazione dei camini per ilconvogliamento e l’esalazione dei fumi di scarico delle caldaie murali esistenti;

  • realizzazione di un impianto solare termico costituito da 24 collettori (superficie m2 2,5 cadauno) e 24 bollitori da 150 l. per produzione diretta di acqua idrosanitaria e preriscaldamento in caldaia;

  • realizzazione di rivestimento a cappotto esterno in polistirene estruso sulla parete est e parete ovest dell’edificio;

  • realizzazione di parete ventilata con paramento in laterizio sul lato est, posta in corrispondenza delle camere da letto;

formazione di imbotti prefabbricati isolanti (realizzati in carter di alluminio preverniciato e pannelli in polistirene estruso), integrati con il sistema costruttivo delle pareti ventilate e dei rivestimenti a cappotto, comprendenti i davanzali, le spallette ed i cassonetti.

Tipologia

Recupero

Edilizia residenziale pubblica

Città

Vasto (CH)

Stato

Italia

Data

Aprile 2012

Progettista

Ufficio tecnico

A.T.E.R. Lanciano

 

Consulente:

Arch. Ing. Stefano de Vito

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Google+ Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon

Archinzeb tutti i diritti riservati

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now